La gestazione del cane: consigli su come affrontarla

Se credi che la tua cagnolina attenda i suoi cuccioli ma non sai come comportarti perché è il primo cane che hai e non vuoi rischiare che ci siano complicazioni, rivolgiti al veterinario, potrà darti giusti consigli e ti sentirai più tranquilla nell’affrontare questo particolare periodo di vita del tuo animale domestico.

La gestazione del cane

La gestazione del cane è quel periodo che inizia con l’accoppiamento, continua con la formazione dell’ovulo fecondato dal feto e termina con il parto.

Non sempre è di facile capire quando il cane si trova in questa condizione, perciò se hai il dubbio che presto arriverà una cucciolata, portala dal veterinario e falle fare un’ecografia per accertartene.

Potrà essere fatta nel periodo compreso tra i 25 e i 35 giorni di gestazione e risulta il metodo più efficace e anche quello che può verificare l’effettiva presenza dei cuccioli ed eventuali complicazioni.

Gli altri controlli che potresti farle effettuare, sono invece:

  • radiografia
  • analisi del sangue
  • palpazione addominale

La gestazione dura in media 63 giorni; la tua cagnolina proverà in questo periodo diversi sintomi e saranno tanti anche i cambiamenti che si troverà ad affrontare: ovviamente aumenta il volume della pancia, le mammelle si ingrossano, può comparire la produzione del latte anche prima del parto, il cane potrebbe avvertire malessere o inappetenza.

Come comportarsi durante la gestazione del cane

Durante il periodo della gestazione del cane, dovresti dedicarti maggiormente alla tua cagnolina, fornendole pasti adatti e la ciotola d’acqua sempre pronta e fresca. Coccolala più del solito e se non ci sono controindicazioni, portala a fare passeggiate, almeno nella prima fase della gestazione.

Bisogna stare attenti al sovrappeso o alla obesità.

Mantieni una dieta equilibrata e senza grossi stravolgimenti.

Chiedi al veterinario se è necessario darle qualche integratore e naturalmente non somministrarle alcun farmaco: sarà lui a valutare se è il caso. È anche normale che la tua cagnolina dorma più del solito e che non abbia tanta voglia di stare con altri cani ma piuttosto preferisca rimanere a riposo per i fatti suoi.

Il parto

Come abbiamo già accennato, la gestazione del cane termina con il parto.

Ci sono alcuni sintomi che il cane avrà, poco prima del parto.

Tra questi c’è l’inappetenza e l’abbassamento di un grado della temperatura corporea.

La fasi del parto sono 3 e in tutto possono durare anche 24 ore.

  • La prima fase è definita prodromica e dura dalle 6 alle 12 ore.  In questo periodo, la cagna diventa nervosa, potrebbe anche tremare e la muscolatura del suo utero inizia ad avere contrazioni.
  • La seconda fase è quella espulsiva che va da poche ore ad una intera giornata. In questo momento si rompono le acque e ciò agevolerà l’uscita dei cuccioli. Ci sarà il taglio del cordone ombelicale.
  • La terza fase è quella della lochiazione, nella quale la madre mangerà le placente. Solitamente, il momento del parto, è gestito dalla madre in totale autonomia ma se non ti senti sicura e hai paura che qualcosa vada storto, puoi sempre contattare il tuo veterinario di fiducia.

I cuccioli nasceranno ad una distanza che va dai 30 minuti fino alle 2 ore.


Un intervento corretto può salvargli la vita


KIT DI PRIMO SOCCORSO

Tutto il materiale essenziale per essere pronti a qualsiasi evenienza.

La madre si occuperà di tagliare da sola e con i denti, il cordone ombelicale. Nel caso in cui non lo faccia, ci dovrai pensare tu, per aiutarla.

In realtà io non sarei in grado di farlo, non so se tu sia esperta ma se fossi in te, mi rivolgerei al veterinario. Sono fasi delicate e credo sarebbe meglio rivolgersi ad un esperto in materia.

La cagna mangerà la placenta dopo l’espulsione di ogni cucciolo.

Lo deve fare per reintegrare i sali minerali. Lasciala fare e non toccare i piccolini. Penserà la madre a leccarli e spostarli verso di sé per dare loro da mangiare. Tu goditi lo spettacolo.

Organizzarsi per il parto

Tieniti pronta per l’evento. Lei vorrà essere tranquilla e per conto suo. Cercherà di fare tutto da sola e di ritagliarsi il suo spazio per la nascita; magari a pochi giorni dal parto potresti vederla mentre, nervosamente, graffia per terra o cerca di scavare una buca in giardino.

Si sta organizzando per dare alla luce i suoi piccoli, ma se le agevoli le cose, puoi crearle tu il suo comodo giaciglio di indumenti e giornali.

Indicale uno spazio della casa abbastanza appartato e sicuro ma allo stesso tempo ben illuminato da luce naturale, non esposto a correnti ma nemmeno a caldo eccessivo. In questo modo la tua cagnolina si sentirà protetta e coccolata.

Potresti adattare a suo giaciglio, una grande scatola in cartone, riempendola con cuscini, indumenti e fogli di giornale.

In alternativa potresti prepararle una cesta e rivestirla con tutto ciò che serve e che la fa stare comoda e rilassata per partorire al meglio.

Se invece decidi di optare per qualcosa di pronto, in commercio esistono delle vere e proprie cucce dedicate al parto: sono ampie e spaziose, in modo tale da ospitare tutta la cucciolata.

Lei cercherà la migliore posizione e la potrai vedere girarsi più volte su se stessa, così come anche mettersi accovacciata.

Sta cercando la soluzione migliore per far nascere i suoi cuccioli, che vedranno la luce portando prima fuori la testa.

Anche per questa fase, chiedi consiglio al veterinario: sempre meglio avere un supporto.

Dopo il parto

È bene che presti attenzione all’alimentazione della tua cagnolina, dopo il parto. Durante l’allattamento, infatti, le sue esigenze saranno maggiori e potresti farle trovare cibo che va bene anche per lo svezzamento dei cuccioli.

I cuccioli dipenderanno dalla mamma per almeno tre mesi e sarebbe meglio non allontanarli da lei ma lasciarla fare, come è naturale che sia.

Mantieni l’ambiente dove sono nati sempre pulito e non troppo caldo ma nemmeno troppo freddo, in modo tale che non ci siano conseguenze per i piccoli. Ti consiglio, naturalmente, di non lavare i cuccioli prima di 60 giorni.

Ovviamente chiedi consiglio al tuo veterinario di fiducia, anche per la fase post parto. Saprà sicuramente darti le giuste informazioni riguardanti le esigenze della mamma e dei suoi cuccioli e anche tu saprai come gestirli con più serenità.

Condividi
Valentina
 

Click Here to Leave a Comment Below 0 comments