Tutti i pericoli per gli animali in casa e in giardino

Quando in casa ci sono animali domestici occorre prestare molta attenzione a cosa si lascia alla loro portata.

Un ambiente domestico, sia esso interno o esterno, è spesso un luogo pieno di pericoli per gli animali.

Pertanto avere delle buone regole di gestione casalinga è fondamentale per evitare spiacevoli incidenti.

Prima regola base è non lasciare incustoditi MAI cibo, sostanze pericolose o sostanze di uso comune che potrebbero risultare pericolose in quanto facilmente ingeribili.

Ma quali sono questi potenziali pericoli per gli animali?

I pericoli per gli animali in casa e nel giardino possono essere classificati genericamente in:

  • ALIMENTI
  • PIANTE
  • ANIMALI
  • VELENI
  • PRODOTTI PERICOLOSI

I pericoli per gli animali che si trovano nella dispensa

Cipolla, aglio fresco e scalogno, i porri, l’erba cipollina e gli asparagi, tutti appartenenti alla famiglia delle Liliacee risultano essere molto tossici sia cotti che crudi.

Pasta di pane e pasta lievitata cruda ed il lievito grezzo fermenta nello stomaco e può essere più che indigesto per gli animali. Non diamo al cane ed al gatto pane, pizza o altri tipi di prodotti da forno se non sono ben cotti.

La frutta con i noccioli (albicocche, ciliegie, mele, amarene, pesche.), uva possono far insorgere nei cani dei sintomi legati all’insufficienza renale. State attenti soprattutto ai noccioli perché li possono mordere per gioco fino a farne uscire la parte interna velenosa.

Gli avocado sono tossici. Le foglie, il frutto contengono una sostanza che può causare difficoltà di respirazione ed il nocciolo, scivolosissimo, potrebbe essere inghiottito dai cani e provocare ostruzione del tratto intestinale.

Il cioccolato in grosse quantità può rivelarsi letale perché contiene la teobromina che provoca nell’animale convulsioni, vomito, diarrea e problemi cardiocircolatori.

Uva e uvetta sultanina sono tossiche e possono provocare insufficienza renale. Bastano 10 acini di uva per un cane di 20 Kg per aver ingerito una dose tossica.

La birra va assolutamente evitata in quanto è fatta con il luppolo che per i cani è altamente tossico.

Le bevande alcooliche tutte possono provocare diarrea e vomito fino a procurare la morte: gli animali non hanno un sistema che metabolizza l’alcool come noi esseri umani!

Fiori e piante ornamentali pericolosi

Spesso amiamo arredare con colorate e tipiche piante da appartamento, ma molte purtroppo risultano essere tossiche per i nostri amici animali.

Posizionare i vasi e fioriere in zone sicure o su mobili alti per non renderle accessibili ridurrebbe sicuramente il rischio di possibili ingestioni specie se abbiamo un cucciolo per casa.

gigli se ingeriti possono procurare vomito, letargia, perdita di appetito ed infine insufficienza renale.

Le stelle di Natale se ingerite possono causare diversi malesseri come mal di stomaco e vomito.

I funghi provocano gastroenteriti e la loro assunzione è altamente sconsigliata.

Le bacche del vischio contengono sostanze tossiche: se ingerite in piccole quantità provocano un’irritazione gastroenterica, mentre in grandi quantità provocano problemi respiratori e convulsioni.

L’oleandro è una pianta ornamentale estremamente tossica per l’uomo e gli animali. Non esistendoci un antidoto, la terapia effettuata dal Veterinario serve a eliminare il principio attivo e a contenere lo scompenso cardiaco.

Tutti i bulbi sono velenosi e molto pericolosi per i nostri amici a quattrozampe.

Animali pericolosi che si possono trovare in giardino

I rospi possono emettere maggiore quantità di veleno rispetto alle rane.

Le rane preferiscono l’ambiente acquoso, mentre i rospi di solito vivono sulla terraferma.

Se il cane si presenta alla porta con un rospo in bocca, probabilmente non dobbiamo allarmarci, a meno che non si tratti di una specie gigante.

Di solito se il cane ha leccato o ingerito un rospo o una rana, potrebbe manifestare eccessiva schiuma alla bocca, un meccanismo adottato dal corpo del cane per sbarazzarsi delle tossine incontrate, ma non è in pericolo di vita.

Sciacquate la bocca del cane con dell’acqua e contattate il vostro veterinario.

Se è possibile sarebbe utile portare la rana in ambulatorio per identificare la specie .

La processionaria è una falena allo stato larvale.

Il periodo più pericoloso per le processionarie è la primavera e in particolare da marzo a maggio ma a volte è possibile trovarle anche d’estate.

Le processionarie di solito si trovano intorno a querce e pini, ma non è raro trovarle anche nelle strade.

Questi animali sono dotati sul corpo di PELI URTICANTI e TOSSICI pertanto il contatto risulta essere pericolosissimo sia per il cane che gli uomini.


Un intervento corretto può salvargli la vita


KIT DI PRIMO SOCCORSO

Tutto il materiale essenziale per essere pronti a qualsiasi evenienza.

Se il vostro cane dovesse leccare, annusare o mangiare una processionaria importantissimo NON TOGLIETE O TOCCATE CON LE MANI NUDE la processionaria, utilizzate fazzoletti o guanti per evitare il contatto con i peli urticanti e sciacquate abbondantemente il muso del cane con acqua. I sintomi infatti tipici sono:

  • aumento della salivazione
  • vomito
  • febbre
  • diarrea emorragica
  • necrosi della parte che è venuta a contatto con l’insetto
  • rifiuto del cibo
  • dolore diffuso

Allontanate il vostro cane dalla processionaria.

Il cane dovrà essere portato immediatamente dal veterinario, il quale potrà iniziare subito la terapia.

É importante ricordare che il contatto con la processionaria è potenzialmente letale.

Veleni di comune utilizzo per il giardino e la casa

La metaldeide comunemente utilizzata come VELENO PER LE LUMACHE  si presenta normalmente sotto forma granulare azzurro-verdastra. L’effetto della metaldeide è rapido e si manifesta in circa 2-3 ore. L’avvelenamento da metaldeide è una situazione d’emergenza per cui l’animale dovrà essere portato immediatamente dal veterinario.

I Pesticidi e fertilizzanti sono estremamente nocivi per il cane, anche a piccolissime quantità. In caso di ingestione recarsi dal vostro medico veterinario portando il flacone della sostanza ingerita.

Veleno per topi se ingerito, può avere un decorso lento ma mortale.

Detergenti, vernici e batterie che, contenendo piombo e metalli pesanti, possono risultare letali se non trattata con le cure adeguate del veterinario.

Prodotti ed oggetti di comune utilizzo

Importante fare attenzione a dove si ripongono gli oggetti per non renderli accessibili ai nostri Pet .

Come si farebbe con un bambino piccolo il consiglio è di riporre in armadietti se possibile chiusi a chiave o su mensole molto alte.

I farmaci per umani ed in alcuni casi anche per gli animali

Cosmetici e prodotti di bellezza, tra i prodotti più tossici ricordiamo gli smalti, l’acetone, colle (come quelle per ciglia finte o nail art), coloranti per capelli e pigmenti semi permanenti. L’ingestione può provocare vomito, dolori addominali e diarrea.

Gli elastici, i pennelli e le spugne che possono essere talvolta ingeriti e in alcuni casi anche causare ostruzioni intestinali.

Liquido di raffreddamento dei motori, il glicole etilenico: rosa, inodore e dolciastro al sapore se leccato è LETALE.

Antigelo, i diluenti e le sostanze detergenti per l’esterno possono causare gravi disturbi al cane.

Pacchetti in gel di silice, quei “conservanti” chimici che si trovano nei prodotti per togliere l’umidità come scatole di scarpe, borse etc.. Questi piccoli pacchetti, se ingeriti, possono provocare una grave intossicazione da ferro.

Tabacco e nicotina nonostante siano insapori e normalmente gli animali siano poco attratti da queste sostanze ad esserne i più colpiti sono i cuccioli per la loro tendenza a mettere tutto ciò che trovano in bocca. I sintomi sono soprattutto alterazioni del sistema nervoso centrale: incoordinazione, tremori, tachicardia.

Cosa fare in caso di avvelenamento

In caso di avvelenamento è importante non farsi prendere dal panico e capire che cosa abbia ingerito il nostro animale.

Evitare il “fai da te” ed avvisare immediatamente il vostro veterinario.

Non prendete iniziative, come far vomitare o altro se non siete certi di cosa abbia ingerito il vostro animale: potreste creare ancora più danni.

La prevenzione è la consapevolezza di rendere più sicuro l’ambiente in cui vivono i nostri amici animali.

Condividi
Rosa
 

Click Here to Leave a Comment Below 0 comments