Quanto tempo dedicare al cane? La qualità fa la differenza

Avere un amico a quattro zampe significa, innanzitutto, fare una serie di considerazioni sul proprio stile di vita ed essere consapevoli di quanto tempo dedicare al cane.

Purtroppo, con i cani  ci sono spesso le cosiddette mode del momento, come, ad esempio, le pubblicità in cui compaiono razze “coccolose”; anche il gusto estetico può indurre ad affrontare la scelta con imperdonabile superficialità e leggerezza.

Accogliere un cane in casa ed in famiglia è meraviglioso, ma comporta anche delle responsabilità ed un impegno quotidiano che dovrà coinvolgere tutta la famiglia.

Il cane non è un peluche; il cane è un essere vivente con delle precise esigenze che vanno rispettate. Soprattutto se in casa ci sono bambini, bisogna insegnare loro che il nuovo cucciolo non è un giocattolo, ma un nuovo membro della famiglia.

Prima di fare una qualsiasi scelta in merito, analizziamo il nostro stile di vita per capire quale sia la più adatta a noi, informandoci sulle attività che si potrebbero fare con il nostro nuovo amico a quattro zampe.

Quanto tempo dedicare al cane

La domanda che dovremmo farci prima di tutto è: quanto tempo dedicare al cane?

Il tuo nuovo amico avrà bisogno di tante attenzioni e di cure non solo per il suo benessere fisico ma anche psichico.

Prendersi cura del cane significa provvedere innanzitutto alle sue necessità fisiche, scegliere il cibo più adatto anche in base alle attività che svolge, lasciargli sempre acqua fresca e pulita a disposizione, sottoporlo ai controlli veterinari periodici ed alle vaccinazioni, predisporgli un luogo in casa tutto suo dove poter stare tranquillo.

Ma non dimentichiamo la sua necessità di “essere cane”, cioè di poter correre libero, socializzare con i suoi simili, giocare e fare tutte quelle esperienze che lo aiuteranno a crescere.

In tutto questo i protagonisti sarete tu ed il tuo cane: creare un rapporto di intesa per imparare ad interagire correttamente con lui.

Quanto tempo dedicare al cane 2

Ma cosa significa?

Innanzitutto dovrai impegnarti a capire cosa piace fare al tuo cane e soprattutto farlo insieme, divertendovi.

Dovrai trovare il tempo per dedicargli degli spazi tutti suoi in cui potrà crescere e formarsi caratterialmente (uscite, gioco, attività sportive, attività di utilità sociale ecc.) .

Portarlo fuori per fare i soli bisogni soddisfa una necessità fisiologica; fare dell’attività con lui soddisfa la sua necessità psicofisica per mantenerlo sempre attivo ed appagato!

Quali attività si possono fare con Fido?

Dipende molto dalle doti caratteriali e fisiche del cane, e anche tue, e dal tempo che potrai dedicargli.

I centri cinofili oggi hanno la possibilità di poter fare molte attività, dalla semplice “educazione di base” alla dog-dance; ricordati che non è importante cosa fate, ma come lo fate e se vi divertite.

Quante volte si vedono a passeggio cani al guinzaglio mentre i proprietari camminano con il cellulare in mano. Trasformare una semplice passeggiata in un momento di condivisione e divertimento sta a te!

Ricordati che è importante la qualità del tempo che dedichi, non solo la quantità.


Un intervento corretto può salvargli la vita


KIT DI PRIMO SOCCORSO

Tutto il materiale essenziale per essere pronti a qualsiasi evenienza.

Il giardino e il cane

Vogliamo sfatare anche un altro falso mito? Un cane per essere felice non ha bisogno di grandi spazi, ma delle tue attenzioni.

Avete notato che i cani, in giardino, sono soliti stare vicino alle porte di ingresso? Anche nel caso in cui abbiano a disposizione giardini di dimensioni considerevoli?

Vi siete mai chiesti il perché?

Il cane vuole stare vicino al padrone ed avere le sue attenzioni.

Ecco cosa cercano i nostri amici cani, solo poter stare con noi.

Di sicuro, è molto più felice un cane in appartamento, che interagisce continuamente col suo proprietario e che regolarmente esce a passeggio facendo del buon movimento fisico, rispetto ad un cane tenuto in un grande giardino ma che viene lasciato là spesso solo senza avere la possibilità di interagire con il resto della famiglia.

Pensare che avendo il giardino il cane sia felice perché ha tanto spazio, è abbastanza normale tra i proprietari; ma questo non è vero!

Un giardino non esonera il proprietario dagli “obblighi” che impone il rispetto dell’animale. Certamente, il cane può passare del tempo in giardino, ma è fondamentale trovare comunque il tempo per stare con lui, portarlo a passeggio, fare delle attività insieme e rafforzare il rapporto reciproco.

Diversamente, ti ritroverai con un cane frustrato, stressato, insofferente e rassegnato, con cui sarà difficile relazionarsi, e non solo con voi della famiglia e gli altri umani, ma anche con i suoi suoi simili.

Certamente possono essere escluse da queste discorso le razze specificamente selezionate da secoli per vivere in solitaria, come ad esempio quelli per la guardia e la difesa del gregge (pastore maremmano-abruzzese), ma che rappresentano un’eccezione alla regola.

Dobbiamo metterci in testa che al cane non bastano le due o tre uscite giornaliere per fare pipì. Questo può essere accettabile solo nel caso in cui il cane sia anziano, malato o debilitato.

Quanto tempo dedicare al cane 3

Dovrai essere tu l’amico fedele

Il tuo cane avrà bisogno di un leader di cui si fiderà e a cui sarà “fedele”. Dovrai imparare ad essere la persona di riferimento e di fiducia; cosa fondamentale per il tuo cane.

La mancanza di una figura autorevole, del leader, del capo-branco, potrebbe creare  un vuoto gerarchico che autorizzerà il cane ad accollarsi la responsabilità del gruppo-famiglia e di guidarlo.

Ma, dove il cane si “arroga” il diritto di “capo-branco” all’interno del nucleo familiare, purtroppo nascono problemi che possono andare dalla semplice disobbedienza fino allo sviluppo dell’aggressività nei confronti dei membri della famiglia.

Non esiste il proprietario ideale, ma possiamo imparare a capire le necessità del nostro cane.

Il nostro cane deve fidarsi di noi e come può farlo?

Le scelte che facciamo per lui devono essere sempre volte al rispetto dell’animale.

Un padrone fermo, autorevole ed amorevole sarà più rispettato dal cane di un padrone poco coerente, poco deciso ma molto affettuoso.

Il nostro amore verso di lui lo dobbiamo dimostrare nelle scelte migliori per il suo benessere fisico e mentale.

Diamo stabilità al nostro animale.

Il cane è un animale abitudinario e non ama variare la routine quotidiana.

Se avete un fido vi sarete accorti che quando arriva l’orario solito della passeggiata comincia ad agitarsi o addirittura si mette davanti la porta per farvi capire che è ora di muoversi!

In conclusione la sua fiducia la guadagniamo solo se siamo in grado di rispettare ed accettare la natura del nostro cane.

Leggi libri o riviste specializzate, informati sui centri cinofili, segui il nostro blog per qualche utile consiglio, ma attenzione a non affidare il tuo nuovo amico a persone che poi non sono in grado di interagire correttamente con lui.

Decidi quanto tempo dedicare al cane e impara a “leggerlo” osservandolo: scoprirai quanto lui ha imparato a leggere te ed i tuoi comportamenti.

Se non sei pronto a dedicare parte del tuo tempo al nuovo amico, non prenderlo.

Il Tuo cane ha bisogno di te! Non dimenticarlo mai.

Condividi
Rosa
 

Click Here to Leave a Comment Below 0 comments