Unghie cani: consigli su come curarle

Le unghie dei cani sono composte una struttura semitrasparente che determina l’estremità delle dita.

In base alla loro forma si distinguono in:

artigli, ricurvi e appuntiti, presenti nella maggior parte delle specie

unghie appiattite tipiche dei primati.

La funzione delle unghie del cane è quella di facilitare la presa, contribuire alla stabilità strutturale delle dita, limitando l’usura della carne del dito a contatto con il terreno.

Senza questo ausilio l’animate farebbe fatica a camminare, non potrebbe grattarsi e aiutarsi nella difesa.

Le unghie dei cani: qualche consiglio su come curarle

Sono sempre di più i cani che condividono con la vita d’appartamento e i nostri agi. La vita sedentaria non consente di consumare le unghie in maniera naturale come avverrebbe, invece, se i nostri amici vivessero all’aperto. In una condizione ottimale, infatti, quando la zampa è bene appoggiata, le unghie non devono toccare terra.

Diventa pertanto molto importante controllarne la lunghezza e, se necessario, tagliarle per tenerle sempre curate e della lunghezza giusta perché non si rompano.

Il taglio delle unghie del cane è, di per sé, un’azione semplice ma da non sottovalutare e da effettuare prestando molta attenzione: il taglio troppo corto provoca il sanguinamento dell’unghia, e il conseguente dolore nel malcapitato cane, che mai più si presterà all’operazione del taglio delle unghie.


Un intervento corretto può salvargli la vita


KIT DI PRIMO SOCCORSO

Tutto il materiale essenziale per essere pronti a qualsiasi evenienza.

Poiché il taglio sbagliato dell’unghia capita più frequentemente di quello che si pensi, se non siete sicuri di saper eseguire questa operazione in modo corretto e meglio portare il cane dal veterinario.

Una caratteristica cui occorre prestare attenzione sono gli speroni, ossia delle dita soprannumerarie. Possono essere uno, due, eccezionalmente tre per ogni zampa posteriore, ma possono anche mancare completamente. L’unghia dello sperone non tocca il suolo e quindi non subisce un consumo fisiologico. Crescendo continuamente può assumere un aspetto a “corna d’ariete”, arrivando addirittura a penetrare nel polpastrello causando infezioni e zoppie.

I difetti di appiombo o di conformazione dei piedi possono diminuire il consumo dell’unghia, che tende a crescere con deviazione. Contattate il veterinario se il vostro cane presenta:

  • Rotture irregolari delle unghie
  • Sanguinamento
  • Dolore o difficoltà nella deambulazione
Tagliare le unghie cani

Unghie cani: come utilizzare il tagliaunghie

Come abbiamo già detto precedentemente, è molto importante prendersi cura delle unghie del nostro cane per evitare rotture, ferite e tutte le conseguenze che possono derivarne.

Le unghie vanno tagliate anche ai cuccioli: vi consigliamo di iniziare molto presto ad abituarli a questo rituali che, se eseguito correttamente può risultare anche piacevole.

Per quest’operazione, sono consigliabili i tagliaunghie specifici per cani che, diversamente dalle forbici, consentono un lavoro di precisione.

Scegliete un momento in cui lui è tranquillo e fateglielo vivere come un modo per passare del tempo assieme in cui gli prestate tutta la vostra attenzione. Anche l’ambiente dovrà essere tranquillo e infondere relax, senza rumori e distrazioni, perché è fondamentale tenere ferma la zampa. Tagliate senza andare troppo a fondo, limitandovi alla parte più sporgente, altrimenti rischiate di provocare ferite all’unghia.

Importante è la scelta del tagliaunghie giusto: sul mercato ce sono in vendita di tutti i tipi e tutti i prezzi, dalle semplici tronchesine a quelli più professionali, con ovviamente la variabile del prezzo. Ne esistono anche con la luce integrata che vi evidenzia la parte dell’unghia che si può tagliare. Per il vostro cane, fatevi consigliare dal vostro veterinario su quale modello possa essere più indicato.

Malattie delle unghie più frequenti

Prestate attenzione alle unghie del cane: se si rompono un po’ troppo di frequente, potrebbero esserci altri problemi legati più specificatamente ad alcune malattie. Alcune delle cause più frequenti:

  • infezione delle unghie: batteri, funghi e lieviti potrebbero infettare anche le unghie, provocandone una maggior fragilità e facilitandone la rottura. Le infezioni alle unghie possono manifestarsi anche tramite un eccessivo leccamento, l’arrossamento del piede, una colorazione anomala delle unghie, la presenza di materiale alla base dell’unghia;
  • carcinoma squamocellulare: soprattutto nei cani di taglia grande neri (Schnauzer, Labrador, ma anche barboncini neri), ci sono frequentemente delle forme di carcinoma squamocellulare a livello delle ossa delle dita dei piedi (possono esserci anche forme di sarcomi). Comunque sia, oltre al leccamento e al gonfiore del dito in questione, potrebbe esserci anche un’unghia che si spezza più facilmente;
  • melanoma: esistono forme di melanoma che colpiscono la giunzione fra l’unghia e l’osso del dito. Come i tumori precedenti, anche qui la neoplasia indebolisce l’unghia e fa sì che si rompa più facilmente.

Condividi
Antonio
 

Click Here to Leave a Comment Below 0 comments